Montelupo – Limite e Capraia

È iniziata la seconda fase del torneo esordienti secondo anno (2005) e con essa, i nostri giovani atleti, si stanno misurando con il calcio a 11, quello dei “grandi” per intendersi. In realtà parlare di calcio dei grandi è un modo di dire alquanto improprio. Aggiungere 32 metri di campo in lunghezza da un “giorno all’altro” crea evidenti problemi d’adattamento, non solo di ordine fisico atletico (vista la disparità di crescita tra un giocatore e l’altro!), ma anche di tipo “spaziale“.

Nonostante questo “piccolo-grande” dettaglio, i giocatori hanno dato vita ad un incontro piacevole e ordinato (in relazione all’età e all’esperienza, s’intende!) frutto dei dettami dei mister Scali (Limite) e Belli (Montelupo) che, “senza troppo ardore e con misurate indicazioni“, hanno guidato con maestria i giovani atleti delle rispettive squadre. Come si dice in gergo, il Montelupo “ha fatto la partita”, mostrando coralità nelle azioni e mettendo in luce buone individualità in tutti i settori di campo, tanto da rendersi subito deciso ad affondare il colpo approfittando degli spunti in attacco del numero 9 Cesari Emanuele abile nello smarcamento, nei movimenti d’incontro e, soprattutto, nell’attaccare la porta con i tempi giusti (con e senza palla). 

Proprio da un azione dalla sinistra del centrattacco granata è scaturito il gol del Montelupo con Mandolini Mattia che ha seguito con intelligenza l’azione del compagno mettendo in rete da distanza ravvicinata il passaggio di Cesari. Vano il tentativo d’intervento del portiere limitese Bonatti Edoardo. Quest’ultimo si è reso protagonista in altre occasioni uscendo “a tempo” e chiudendo lo specchio della porta agli attaccanti avversari. Bravo!

Alla supremazia del Montelupo ha risposto la nostra giovane squadra giallorossa che senza perdersi d’animo si è opposta alle iniziative avversarie difendendosi con impegno, cercando di impostare la manovra “palla a terra già con la ripresa dal fondo del portiere“, segno evidente questo, che il lavoro settimanale è orientato su principi di gioco che mirano alla ricerca di soluzioni. Bravi! 

Se è vero che sono mancate vere e proprie occasioni da gol per i ragazzi di Scali (se non qualche sporadica mischia in area), è altrettanto vero che la squadra di casa ha evidenziato, nel campo amico, una maggior attitudine nella gestione degli spazi ampi dove, Nicolosi Lapo a destra e Scarselli Pietro a sinistra, hanno mostrato le loro capacità nell’attaccare l’ampiezza. Citazione particolare per tutta la linea difensiva del Montelupo e a capitan Taizzani già leader in una squadra di buone potenzialità e prospettiva.

Della nostra squadra, buona la prova del pacchetto difensivo nei tre tempi di gara, in particolare Del Tito Mattia sulla destra e Graziani Giovanni sulla fascia sinistra. Il centrocampo ha messo in mostra giovani calciatori “dai piedi buoni“:  Velotto Carlo, Nunziata Samuele e Tramacere Bernardo (primo tempo) ma anche i compagni che sono entrati hanno dato prova di meritarsi le attenzioni e gli applausi del numeroso pubblico presente sugli spalti. Buona la prova di tutti gli altri giovani calciatori del Limite. 

Solo per la cronaca, la partita è terminata 1-0 per il Montelupo

   

 

HOME